CONSULENZA TRIBUTARIA, SOCIETARIA E DEL LAVORO
NON E' OMESSA LA DICHIARAZIONE PRESENTATA CON VALORE IRRISORIO (€1,00)

NON E' OMESSA LA DICHIARAZIONE PRESENTATA CON VALORE IRRISORIO (€1,00)

27 APR 2021
La Corte di Cassazione con la sentenza n. 10688 del 2021 torna ad affermare il principio di diritto secondo cui la dichiarazione presentata, dichiarando anche solo un euro non può ritenersi omessa. La dichiarazione, infatti, deve ritenersi omessa quando non viene radicalmente presentata e non quando viene presentata infedelmente, anche se l’importo è irrisorio come nel caso di specie.  La conseguenza per i giudici di legittimità è che tale dichiarazione (dell’importo di un euro)  " non è di ostacolo all'accesso del contribuente al condono di cui alla art. 7 della legge n. 289 del 2002, con la conseguenza che l'Amministrazione finanziaria deve provvedere, a pena di decadenza, alla notifica dell'avviso di accertamento del conseguimento di un maggior reddito ai fini IRAP nei termini ordinari di cui all'art. 43 del DPR n. 600 del 1973, non potendo avvalersi della proroga biennale dei termini di notifica di cui all'art. 10 della legge n. 289 del 2002, prevista per la diversa ipotesi in cui la dichiarazione sia stata omessa". Il principio espresso deve ritenersi estendibile anche alle altre imposte come IRPEF/IRES o IVA.


cass.n.-10688.2021dichiaraz.infedele.valoreirrisorio.pdf
VEDI TUTTE
VUOI UNA NOSTRA
CONSULENZA?
dominiciassociati it non-e-omessa-la-dichiarazione-presentata-con-valore-irrisorio-1-00 007Via Marecchiese, 314/D 47922 Rimini (Rn) |
Tel. +39 0541/388003 Fax +39 0541/1833731
P.Iva 02647080403 Privacy & Cookie Policy - Preferenze Cookie
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Credits TITANKA! Spa