CONSULENZA TRIBUTARIA, SOCIETARIA E DEL LAVORO
NON BASTA LA PERCENTUALE DI RICARICO PER L'INDUTTIVO

NON BASTA LA PERCENTUALE DI RICARICO PER L'INDUTTIVO

04 APR 2018
Con ordinanza n. 7003 del 2018 la Corte di Cassazione ha dichiarato illegittimo l’avviso di accertamento fondato sull’unico indizio della percentuale di ricarico sulla merce, in particolare se questa viene calcolata arbitrariamente e senza essere posta in relazione ai quantitativi acquistati.
Nel caso trattato l’Agenzia proponeva ricorso in Cassazione avverso tre sentenze emesse dalla Ctr della Liguria denunciando la violazione e falsa applicazione dell’art. 39 comma 1 lett.d) del D.p.r. 600/73.
La Corte si esprimeva sottolineando la correttezza dei principi, espressi dalla ricorrente, secondo cui anche in presenza di scritture contabili regolari è possibile utilizzare il metodo analitico-induttivo ai fini dell’accertamento del reddito d’impresa e quello per cui la prova presuntiva può ritenersi sufficiente anche quando sia fondata su un unico elemento indiziario purché fornito dei requisiti di gravità e precisione, ma nel caso di specie escludeva la sufficienza probatoria dell’elemento indiziario perché la percentuale di ricarico era stata ricavata da una verifica a campionatura e non era stata posta in relazione ai quantitativi acquistati.
A fondamento della decisione la Suprema Corte spiega che nell’accertamento induttivo i valori percentuali medi della percentuale di ricarico non rappresentano un fatto noto storicamente provato bensì l’estrapolazione statistica di una pluralità di dati disomogenei, che come tali non sono in grado di integrare presunzioni gravi, precise e concordanti.

7003-2018.pdf
VEDI TUTTE
VUOI UNA NOSTRA
CONSULENZA?
dominiciassociati it non-basta-la-percentuale-di-ricarico-per-l-induttivo 007Via Marecchiese, 314/D 47922 Rimini (Rn) |
Tel. +39 0541/388003 Fax +39 0541/1833731
P.Iva 02647080403 Privacy & Cookie Policy - Preferenze Cookie
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Credits TITANKA! Spa