CONSULENZA TRIBUTARIA, SOCIETARIA E DEL LAVORO
LE NOVITÀ DELLA LEGGE DI BILANCIO 2022 RELATIVE AL SUPERBONUS 110% ED AI BONUS MINORI

LE NOVITÀ DELLA LEGGE DI BILANCIO 2022 RELATIVE AL SUPERBONUS 110% ED AI BONUS MINORI

11 Gen 2022
La Legge di Bilancio 2022 dopo un susseguirsi di emendamenti che hanno rimodellato la versione definitiva, ha introdotto modifiche alla disciplina del superbonus 110% e degli altri bonus minori.
Con riferimento al Superbonus 110% è stato rimodellato il calendario per l’utilizzo di tale detrazione, nello specifico:
  • per condomini (anche per gli interventi trainati eseguiti dalle persone fisiche sulle singole unità che compongono il condominio), persone fisiche c.d. unico proprietario (interventi eseguiti su edifici composti da due a quattro unità immobiliari distintamente accatastate, posseduti da un unico proprietario o in comproprietà da più persone fisiche), ONLUS, ODV e APS, la detrazione spetta per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2025, nella misura di:
    • 110% per quelle sostenute fino al 31 dicembre 2023;
    • 70% per quelle sostenute fino al 31 dicembre 2024;
    • 65% per quelle sostenute fino al 31 dicembre 2025.
  • per persone fisiche su edifici unifamiliari e unità con accesso autonomo e funzionalmente indipendenti site in edifici plurifamiliari, la detrazione spetta nella misura pari al 110% per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2022, a condizione che entro il 30 giugno 2022 sia completato almeno il 30% dell’intervento complessivo.
  • per IACP e enti assimilati la detrazione
    • ecobonus spetta nella misura pari al 110% per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2023, a condizione che entro il 30 giugno 2023 sia completato almeno il 60% dell’intervento complessivo;
    • sismabonus spetta nella misura pari al 110% per le spese sostenute entro il 30 giugno 2022.
Sempre ai fini del superbonus 110% è stato previsto che per gli interventi effettuati nei Comuni dei territori compiti da eventi sismici a far data dal 1° aprile 2009 dove sia stato dichiarato lo stato di emergenza è prevista la detrazione nella misura del 110% per gli interventi eseguiti fino al 31 dicembre 2025 beneficiando inoltre della maggiorazione del 50% dei limiti di spesa ed applicando il superbonus sull’importo eccedente il contributo previsto per la ricostruzione.
Passando ai bonus minori sono state previste le seguenti proroghe.
La detrazione spettante per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio è stata prorogata fino al 31 dicembre 2025 prevedendo una percentuale di detrazione pari al 50% ed un limite di spesa di € 96.000.
Il Bonus Mobili è stato prorogato con una progressiva riduzione del limite di spesa, nello specifico spetta la detrazione pari al 50% delle spese pari ad
  • € 10.000 per quelle sostenute fino al 31 dicembre 2022;
  • € 5.000 per quelle sostenute dal 1 gennaio 2023 e al 31 dicembre 2024.
Si rammenta che tali spese risultano agevolabili solo in presenza di interventi di recupero del patrimonio edilizio iniziati a decorrere dal 1° gennaio dell’anno precedente quello di acquisto.
Con la Legge di Bilancio 2022 sono state inoltre aggiornate le classi energetiche che devono rispettare gli elettrodomestici per usufruire dell’agevolazione.
L’Ecobonus è stato prorogato al 31 dicembre 2024 con percentuali pari al
  • 65% per le spese relative alla generalità degli interventi;
  • 50% per le spese relative all’acquisto e posa in opera di finestre, comprensive di infissi, schermature solari;
  • 70-75% per interventi sulle parti comuni degli edifici condominiali (la percentuale si innalza all’80-85% nel caso vengano eseguiti congiuntamente interventi di risparmio energetico e riduzione del rischio sismico).
Il Sismabonus è stato prorogato al 31 dicembre 2024 per interventi di ripristino di immobili danneggiati da eventi sismici o finalizzati alla riduzione del rischio sismico, prevendendo una percentuale di detrazione pari al 75% in caso di passaggio ad una classe di rischio sismico inferiore ed al 85% quando si passa a due classi di rischio inferiore. Il limite di spesa è fissato ad € 96.000 per unità abitativa.
Il Bonus Facciate è stato prorogato al 31 dicembre 2022, tuttavia è stata ridotta la percentuale di detrazione al 60%. Per tale bonus non sono previsti limiti di spesa agevolabile.
Infine, il Bonus Verde è stato prorogato al 31 dicembre 2024 prevedendo una detrazione pari al 36% delle spese sostenute nel limite di € 5.000 per unità immobiliare.
Per tutti i bonus, eccetto Bonus Mobili e Bonus Verde, resta la possibilità di fruire della detrazione, oltre che in dichiarazione dei redditi, anche tramite lo sconto in fattura e la cessione del credito.
È stato aumentato il bonus per eliminazione delle barriere architettoniche, nello specifico la detrazione è salita al 75% per le spese sostenute nell’anno 2022 da beneficiare in dichiarazione dei redditi (sia IRPEF, sia IRES) o mediante sconto in fattura e cessione del credito riparta in 5 quote annuali. Il limite di spesa varia in base alla tipologia di edificio in cui viene eseguito.

 
VEDI TUTTE
VUOI UNA NOSTRA
CONSULENZA?
dominiciassociati it le-novita-della-legge-di-bilancio-2022-relative-al-superbonus-110-ed-ai-bonus-minori 003Via Marecchiese, 314/D 47922 Rimini (Rn) |
Tel. +39 0541/388003 Fax +39 0541/1833731
P.Iva 02647080403 Privacy Policy (Preferenze Cookie)
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Credits TITANKA! Spa © 2018