CONSULENZA TRIBUTARIA, SOCIETARIA E DEL LAVORO

DETRAIBILE L'IVA RELATIVA A SPESE SU BENI DI TERZI, SE DESTINATI ALL'IMPRESA

12 MAG 2018
Le sezioni unite della Corte di Cassazione con la sentenza  n. 11533/18, del 11.05.2018 hanno posto fine alla questione della detraibilità dell'IVA relativa alle spese di ristrutturazione di immobili di terzi, affermandone la detraibilità ovviamente condizionata  alla presenza di un nesso di strumentalità con l'attività d'impresa o professionale, anche se solo potenziale.
Secondo i Giudici, ciò che conta, è il principio di neutralità dell'Iva. 
L'interessantissima questione riguardava un immobile accatastato in categoria abitativa A/2 per il quale era stato richiesto il cambio di destinazione in D/2 e la contestazione derivava dal fatto che, secondo l'ufficio, la detrazione dell'IVA era subordinata alla strumentalità del bene.
I Giudici nel rigettare il ricorso dell'Agenzia precisavano che tale strumentalità necessitava di una verifica concreta sulla destinazione del bene, prescindendo dalla categoria catastale.
Il supremo collegio si è così adeguato alla giurisprudenza della Corte di Giustizia europea, che con la sentenza del 28 febbraio 2018, causa C-672/16, aveva GIà precisato che il diritto a detrazione spetta al contribuente anche se per sopravvenute circostanze, il contribuente si trovi a non poter utilizzare i beni  che hanno consentito la detrazione dell'IVA. 

iva-detraib-per-manut-su-beni-di-terzi.pdf
VEDI TUTTE
VUOI UNA NOSTRA
CONSULENZA?
dominiciassociati it detraibile-l-iva-relativa-a-spese-su-beni-di-terzi-se-destinati-all-impresa 007Via Marecchiese, 314/D 47922 Rimini (Rn) |
Tel. +39 0541/388003 Fax +39 0541/1833731
P.Iva 02647080403 Privacy & Cookie Policy - Preferenze Cookie
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Credits TITANKA! Spa