CONSULENZA TRIBUTARIA, SOCIETARIA E DEL LAVORO

CRIPTOVALUTE IN RW

22 GIU 2020
L'agenzia delle Entrate, nei suoi documenti di prassi (istruzioni alla dichiarazione dei redditi  per la compilazione del quadro RW) e nell'interpello 956-39/2018,  ha confermato che le criptovalute devono essere oggetto di dichiarazione nel quadro RW.
In altri termini e secondo l'orientamento univoco anche se non ufficiale dell'amministrazione finanziaria, alle criptovalute vanno applicati i principi generali che regolano il monitoraggio fiscale.
Le istruzioni alla compilazione del quadro RW, precisano che in caso di moneta virtuale, dovrà essere indicato come codice di individuazione del bene il (14) (altre attività di natura finanziaria), mentre il campo 4 relativo allo stato estero, potrà essere lasciato vuoto.
Ovviamente il controvalore della valuta virtuale al 31 dicembre del periodo di riferimento deve essere determinato in euro secondo quanto indicato sul sito dove il contribuente ha acquisito la valuta virtuale.
Le criptovalute non sono soggette ad Ivafe mentre ciò che non è stato chiarito è se alle citate attività finanziarie debba essere applicata la soglia di 15mila euro prevista per i conti correnti e i depositi bancari detenuti all’estero. 
VEDI TUTTE
VUOI UNA NOSTRA
CONSULENZA?
dominiciassociati it criptovalute-in-rw 007Via Marecchiese, 314/D 47922 Rimini (Rn) |
Tel. +39 0541/388003 Fax +39 0541/1833731
P.Iva 02647080403 Privacy & Cookie Policy - Preferenze Cookie
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Credits TITANKA! Spa